Patria - Achmatova

E non ci sono persone nel mondo senza lacrime,
Altezzosa e facile da noi.
1922

Gli amuleti preziosi non sono indossati sul petto,
Circa i singhiozzi non scrivere poesie,
Il nostro sogno amaro lei non ha riaperto,
Non sembra promettere il paradiso.
Non farlo nel suo cuore
Il tema di acquisto e vendita,
malato, nella miseria, nemotstvuya su di esso,
Di lei non ricordo nemmeno.
che, per noi è lo sporco galosce,
che, per noi è una crisi sui denti.
E noi melem, ed interferire, e attraversare
Che in nessun modo implicato le ceneri.
Ma stabilire in essa e diventare esso,
È per questo che io chiamo così liberamente - il suo.
1961 Leningrad

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento