sorelle

“Perché tutto è sogno, o та sorella!”*

Essi sognavano dello stesso paese di notte,
Essi segretamente tormentati dallo stesso risate,
e, riconoscendolo tra tutte,
Entrambi chinò su di lui.

sopra di lui, che amava solo l'antichità
Sussurravano insieme: “fratello!”…
Non si muovono nel loro cuore
non è una sorpresa, nessuna gelosia.

E accanto alla tenerezza, rabbia,
Con la nascita di suppliche aliene,
Per le labbra, pensieroso
Entrambi clung… entrambi…

Nel suo sonno, ha detto,: “mi piace!”…
Aprì le braccia – Hall era vuoto!
Ma anche la morte con le labbra pallide
Non lavare il doppio bacio.

27 – 30 dicembre 1909

__________________
*”Per tutti, ma un sogno, di mia sorella!” (fr.).

Vota:
( 1 valutazione, media 5 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento