Un discendente dei re svedesi

oh, voi, che ha appena un miglio
accordi vittoriosi, –
prostrato! Prima fiera
Un discendente dei re svedesi.

La mia gloriosa gara – il mio otrava!
Sto bruciando con nostalgia – tutto!
prostrato: qui prima di
Un discendente della gloriosa Gustav.

Con altero Duma sul viso
Nei suoi piccoli bambini innocenti in tutto il mondo
Ho sognato il trono di Svezia,
le guerre, Sanzioni e corone.

Ai miei occhi, desiderio di un miracolo
Questo acceso l'odio,
Che questi occhi troppo arrabbiati,
incapace di sopportare, Essi temevano il popolo.

Ora sono diventato pallido e debole,
Sono un prigioniero del dolore più amaro,
Sono l'ombra del mattino – non fanno male…
Ma ogni nemico sono io, che non è schiavo!

Vspoen strada lehendoy,
Umrah, leggendario paladino,
E i miei saluti a tutti uno:
“Potresti essere il mio servo!”

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento