Partenza

Ovunque le foglie gialle, acqua
Trasparente-blu. durante l'autunno, autunno!
lasciamo. Cristo, come sempre
Scopri i cuori desiderano e insopportabile!

Un po 'più lontano si sente il rumore delle ruote, –
Quattro bambini figure brivido.
Gli occhi non guardano lacrime Marile,
Karl sospira, come cospiratore, cupo.

Clicchiamo alla mamma: “Beh, il motivo per cui la partenza di?
Ci sono buone!” – “fratello, bambini, vzdohi eccesso”.
addio, prato e una croce strada,
Road to Horben… voi, addio, ciliegie,

Quello che abbiamo strappato in giardino, e fienile,
dove siamo, tutto al riparo, mangiavano…
(Qualche grido… che ha chiamato? nessuno chiamato!)
e voi, Foresta Nera ha dato l'oro!

Marile mi ha scritto una poesia in un album,
Occhi in lacrime, e storto lettera storto!
mamma è occupato; in abito blu
Asya lampeggia con Carl lì, da salice.

Sotto il portico l'ultimo sussurro della nostra!
A proposito di questo lamento su estate lampo!
alcuni rumori. Sono venuto equipaggio.
– “fretta, probabilmente! siamo in ritardo, bambini!”

– “Marile, друг, scrivimi!”
fratello, non! Non voglio dire! ma ciò che?
– “put prende!” – “Non divulgare il cappotto!”
– “sedere, ну?” e più rigoroso la voce del papa.

Mazzo ci mette Asin Cavalier,
Vanità Marile barretta di cioccolato…
all'ultimo momento… – “ora, può assalire, Herr?”*
ucciso tutti. No, non è più necessario per vivere!

abbiamo viaggiato. Autunno sera nero.
noi, sognante, qualcosa ha detto…
addio, il nostro Carl, Foresta Nera ragazzo!
addio, un mio amico, shvartsvalidskaya Marile!

_________________
*”Così si può andare, Mr.?” (esso.)

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento