madre (Nel vecchio valzer di Strauss per la prima volta…)

Nel vecchio valzer di Strauss per la prima volta
Abbiamo sentito la chiamata tranquilla,
Da allora siamo estraneo a tutti i viventi
E carillon rapidi gratificanti.

noi, voi, tramonti di benvenuto,
Godendo in prossimità dell'estremità.
tutto, che la migliore notte siamo ricchi,
Abbiamo investito in te cuore.

Per i sogni dei bambini senza sosta in pendenza,
(un mese si guardarono senza di te!)
Vi lasciate guidare dallo loro bambini
pensieri vita amara e azioni.

Fin dalla tenera età chiudiamo, come riuscire triste,
La risata è noioso e alieno rifugio a casa…
La nostra nave non è in un buon momento per navigare
E nuota alla volontà di tutti i venti!

Tutti pallida isola azzurra – infanzia,
Siamo soli sul supporto ponte.
evidentemente, tristezza lasciato un'eredità
voi, una madre, le loro ragazze!

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento