ex mago

È il cuore strappo angoscia, I dubbi circa il meglio di semina.
– “gettare un sasso, ricambi! Sto aspettando, più dolorosamente punse!”
no, Io odio l'arroganza del fariseo,
Amo i peccatori, e mi resta che augurarvi.

Le pareti delle parole oscure, cresce al buio,
Noi, no, – non distinguere! Troviamo la chiave per il castello
E con coraggio fornirà un misterioso segni
Ogni altra, abbiamo, quando sonno per tutta la notte.

Libero e single, lontano da vicino quadro,
Si tornerà di nuovo a noi con una ricca Torre,
E dalle linee aeree castello si snella,
E l'Ahnet, il poeta che ha osato essere giudice!

– “Errore perdona perfettamente, che, ma questo –
non deve: cultura, onore, decenza… Oh no”.
– Lascia che dica tutto. Io non giudico un poeta,
E tutto può essere perdonato per piangere sonetto!

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
lascia un commento