angelica

Cappella scuro, in cui il corpo è pianto,
Vicino krotkogo scaletta!..
felicità terrena è estraneo a me uragano:
io – angelica.

canto tranquilla all'unisono,
il divorzio poco chiaro di Windows,
La mia vita ha preso possesso, come un sogno,
archi sottili.

I miei occhi e nella mia infanzia ne scampò,
Ha esaurito le città.
Noioso per me parlare e sala frizzante,
il mondo che – Tac noioso!

Qualcuno prima di candela alla Vergine zateplilas
(In attesa di guarigione malato eh?)
È per questo che io sono in mezzo a voi in silenzio:
tutto quello che ho – иная.

debolezza dolce cadenti mani,
Ogni dolore E 'facile da Me.
Ivy temnolistvenny abbracciato come amico
vecchie pietre;

Bianco e rosa, come le mandorle,
Qui fiorì dodder…
La felicità non è necessaria. Non mi pento di tutto il mondo:
io – angelica.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Marina Cvetaeva
Aggiungi un commento