tradurre in:
portale poeta: Marina Cvetaeva
leggere qui di seguito: La fine di una grande era - Brodsky

Poiché l'arte della poesia richiede parole,
I - uno dei sordi, calvo, ambasciatori sullen
una potenza di secondo piano, associata a questo, -
non volendo violare il proprio cervello,
se stesso dando vestiti, Scendo al negozio
per il giornale della sera.

Vento soffia le foglie. Vecchie lampadine luce fioca
in tali bordi triste, il cui motto - specchi win,
pozzanghere assistita genera effetto dell'abbondanza.
ladri rubano Anche un'arancia, graffi l'amalgama.
tuttavia, sentimento, con la quale si guarda a te stesso, -
questa sensazione ho dimenticato.

In questi fini tristi, tutti progettati per l'inverno: sogni,
mura della prigione, cappotto; spose servizi igienici - Bianco
Capodanno, bevande, dei secondi.
giacche Passeriformi e sporcizia sul numero di basi;
costumi puritani. biancheria. E nelle mani di violinisti -
stufe a legna.

Questa terra è immobile. Presentando il lordo
ferro e piombo, testa tryahnesh stordito,
ricordate ex potenza sulle baionette e la frusta Cossack.
Ma sedersi Eagles, come un magnete, miscela di ferro.
Anche le sedie di vimini sono conservati qui
bullone e noci.

Solo pesce nel mare conosce il prezzo della libertà; ma la loro
mutismo ci fa piace creare il proprio
etichette e uffici. E lo spazio attacca listino.
Tempo creato da morte. Avendo bisogno di corpi e cose,
Proprietà di entrambi egli cerca di verdure crude.
Kochetov ascolta carillon.

Viviamo in un'epoca di successi, con il carattere sublime,
sfortunatamente, difficile. abito bellezza sollevato,
vedere la, Ero alla ricerca di, piuttosto che nuova meravigliosa diva.
Non è che non ci Lobachevskian saldamente blyudut,
ma spingere il mondo deve essere ridotto da qualche parte, e poi -
poi la fine delle prospettive.

Se la mappa dell'Europa è stato rubato agenti del governo,
poi eh cinque sesti delle parti restanti del mondo
troppo lontano. Se una certa fata madrina
mi dice fortune, Ma non può funzionare.
Cahors stesso versare - per non urlare come suo servo -
Per cheshu kotofeya ...

Lo fa pulyu in alta, se al posto degli errori delle dita,
se per tirare fuori di qui dal Cristo mare nuova.
Sì, e non mescolare con gli ubriaconi, Ninny dal gelo,
locomotiva con la nave - ancora non brucia di vergogna:
come corteccia sull'acqua, non lasciare una traccia sulle rotaie
ruota di una locomotiva a vapore.

Ciò che è scritto sui giornali nella sezione "Dal tribunale"?
La sentenza è stata effettuata. guardando qui,
uomo della strada vedrà attraverso gli occhiali in una cornice di latta,
come un uomo disteso a faccia in giù vicino al muro di mattoni;
ma non dormire. Per i sogni bonce schizzinosi
perforato il diritto di.

Vigilanza questa epoca radici intrecciate a quelle
tempo, incapaci nella loro cecità generale
per distinguere dalla caduta fuori delle culle culle caduto.
Chud occhi bianchi sulla morte non vuole dare un'occhiata.
miseramente, piattini pieni, Solo che nessuno al tavolo vertanut,
a chiedere da voi, Rurik.

La vigilanza di questi tempi - questa vigilanza a cose impasse.
Non sull'albero saggiamente bloccato per espandersi fino a,
ma sputare sul muro. E non svegliare il principe - di dinosauro.
Per l'ultima fila, fonte, cogliere una piuma di uccello.
Non obbedire al capo di tutti i casi e un, Cosa aspettarsi ascia
da verde alloro.

I più letti poesie Cvetaeva:


Tutti poesie (contenuti in ordine alfabetico)

lascia un commento